2 novembre 2010

Ognissanti 2010 Vác

10 commenti:

Sandra Maccaferri ha detto...

Bellissima sequenza Caterina. Il tuo sorriso dolce è sempre rasserenante.Bellissimo il lungo fiume e suggestiva la statua della donna velata!

Caterina ha detto...

Ciao Sandra, la donna velata é Santa Elisabetta dalla Casa Árpád. Era regina e visse nel duecento. La rappresentano sempre con le rose. In segreto portava elemosina per i poveri. Secondo la leggenda quando un signore nobile le ha chiesto minacciosamente: cosa porta nel corbello,lei ha mentito che ci sono rose. E veramente é successo un miracolo quando l'uomo ha svelato il corbello. Ha visto solo tantissime rose:)).
Baci

loopex ha detto...

Ciao Mamma!
Olyan kellemes ez a kis szertatásunk Vácon, jó érzés együtt lenni, mamáék is biztos örülnek neki!
Miért nem rakod át a másikba is? Tök tetszik a videjó, abszolúte meg vagyok elégedve, mint a rakott krumpliddal! Ez is már múlt idő, mert betoltuk kerek-perec!
Puszi!
L

achab ha detto...

Ciao cara Caterina,che bello vederti anche in video wow,belle emozioni nel ricordo di chi non è più tra noi.
Buona serata cara.
Un bacio.

Caterina ha detto...

Ciao Loopex,jó kis nap volt. Az időjárással sem volt semmi hiba. A mamáék biztosan fentről mosolyogtak ránk.A rakott krumpli nálam is múlt idő sorsra jutott:)).
Puszika

Caterina ha detto...

Ciao caro Achab,grazie per le tue parole dolci. I nostri morti tanto amati sicuramente ci vedevano sorridenti.
Ti invio un grande abbraccio

achab ha detto...

Ciao cara Caterina,grazie per il commento da me,molto bello.
Buona domenica.
Un bacione e coccoline a Cooperino,MIAOOOOOOOOOOOOO.

Elettra ha detto...

il tuo video è proprio speciale,complimenti!!!!!!!

enrico ha detto...

ciao , ho visto che stai a Tatabania, la mia ditta ha una azienda proprio lì, ma io non ho mai avuto occasione di venirci e in Ungheria sono stato solo una volta come turista, anche se mi è piaciuta molto.

Caterina ha detto...

Ciao Enrico, come é piccolo il mondo. Sarei felice di rivederti in Ungheria se non riesci a scalare la montagna della tv:)).
Un caro saluto